RICERCA FINANZA di Massimo Intropido - Sito ufficiale


Vai ai contenuti

Riflessioni ed approfondimenti di ANALISI TECNICA

Analisi Tecnica

Riflessioni ed
approfondimenti di
ANALISI TECNICA

MEDIARE AL RIBASSO: UNA PERICOLOSA TENTAZIONE.



Cari Lettori,

in Borsa, è da tempo risaputo che una delle principali cause di performances deludenti, a volte addirittura disastrose, è legata alla pratica di mediare al ribasso il prezzo effettuando acquisti successivi al primo, a prezzi sempre più bassi.

La motivazione di questo diffusissimo comportamento risiede nella volontà di abbassare il prezzo medio di carico dei propri titoli, acquistando lo stesso titolo a valori via via inferiori, con lo scopo di trasformare uno svantaggio (il ribasso del prezzo) in un vantaggio.

A volte questa strategia produce effetti positivi, consentendo effettivamente di abbassare in maniera significativa il valore di ingresso nell'investimento ed un successivo rimbalzo del prezzo permetterà di chiudere l'operazione in profitto.

Ma il più delle volte, in mancanza di un recupero di valore del titolo, l'effetto conseguito si rivelerà disastroso ed il risultato ottenuto sarà un investimento cresciuto a dismisura, ad un prezzo medio di carico assai distante dal valore di mercato del titolo.

Ed ora cerchiamo di capire quali sono i possibili rischi legati ad una strategia del genere.

La mediazione progressiva del prezzo di un investimento espone a due situazioni di estrema pericolosità, vale a dire:

1) Errata selezione del titolo.
2) Mancato controllo del rischio.

Per quanto riguarda la selezione dell'attività finanziaria in cui si investe è doveroso premettere che si tratta di un incognita comune, anche a quanti attuano la miglior gestione attiva. In altre parole, può capitare a tutti di scegliere il titolo sbagliato. La differenza sostanziale è data dalla corretta o errata gestione di simili situazioni.

In caso di perdita, la corretta gestione prevede, ad un certo punto, di chiudere l'investimento o eventualmente, di ridurne progressivamente la portata. In tal modo, la perdita viene limitata ed il capitale si libera in maniera sufficientemente rapida per poter essere reinvestito con maggiore successo. Diversamente, si incorre in una gestione errata quando ci si accanisce sulla stessa attività finanziaria, sfruttando il metodo della mediazione del prezzo. Questo fa sì che l'errore produca i suoi effetti peggiori, cioè perdite lunghe ed ingenti.

Per quanto riguarda il controllo del rischio, il problema risiede nell'utilizzare denaro originariamente non destinato quel tipo di investimento per effettuare acquisti successivi a prezzi inferiori. In tal modo, la tenace volontà di conseguire un risultato positivo a tutti i costi, spinge l'investitore oltre il suo profilo di rischio, quindi oltre la perdita sopportabile.

Per ovviare all'inconveniente (o perlomeno ridurrne le probabilità di insuccesso) l'investimento dovrebbe effettuarsi sotto forma di
piano di accumulo, un metodo ottimale per conseguire una continua mediazione di prezzo. In tal modo, l'investimento iniziale avviene in misura ridotta, essendo solo una delle tante rate in cui è suddiviso il capitale totale destinato all'operazione e non costituisce, come nella mediazione al ribasso, l'intero capitale da impiegare.

Si potrebbe obiettare che la questione è puramente di metodo e la sostanza è pressapoco identica, ma una simile osservazione in finanza ha poco senso, in quanto le attività finanziarie acquistate e vendute sono sempre le stesse ed il loro valore può variare di molto, in un tempo relativamente ristretto. Oltretutto, sui mercati moderni la volatilità media tende ad elevarsi e, sempre più spesso, il successo di un'operazione finanziaria dipende soprattutto da corrette scelte temporali nell'investire e nel disinvestire.

Aggiungiamo anche che, per sua natura, il piano di accumulo viene quasi sempre applicato non ad un singolo titolo, ma ad un fondo comune di investimento che rappresenta un portafoglio di titoli quindi, il rischio di un errata selezione del titolo su cui si media nel tempo il prezzo si riduce drasticamente.

A volte può capitare che, tra i titoli posseduti dal fondo ve ne siano alcuni contrassegnati da lunghi e catastrofici ribassi, ma essendo parte di un portafoglio, la parte di capitale su di loro allocata è solo una frazione del totale e poi, vi è sempre la possibilità che i gestori ad un certo punto escludano quei titoli dal portafoglio.

Insomma l'unico modo per mediare efficacemente al ribasso il prezzo di un investimento è di programmarlo in anticipo ed effettuare una mediazione per lungo tempo, ripartendo in molte quote il capitale che, al termine dell'operazione, dovrà essere possibilmente ripartito non su un singolo titolo, ma in un portafoglio diversificato.

Per riassumere:

  • non il caso di fossilizzarsi più di tanto sul prezzo nel tentativo di indovinare il momento "giusto" per aggiungere un nuovo investimento "di emergenza";
  • è decisamente più corretto, se intendiamo attuare una strategia rialzista utile a raccogliere i vantaggi di un ribasso, concentrarsi sul tempo facendola durare il più a lungo possibile, ricorrendo necessariamente ad un frazionamento iniziale del capitale investito.


E se non si vuole optare per l'investimento in un fondo comune, l'accumulo andrebbe fatto comunque su più titoli, accantonando in anticipo i costi di negoziazione di questi i piccoli acquisti dilazionati nel tempo. E' ovvio che più elevata sarà l'entità degli acquisti "rateizzati" più si rivelerà opportuno diluirli in periodi temporali maggiori. Lo ribadiamo nuovamente: il segreto sta nella durata dell'accumulo, non nella percentuale di abbattimento del costo medio prodotta dal singolo acquisto.









Massimo Intropido
















Copyright © 2008-2011 Ricerca Finanza. Riproduzione riservata.
Si ricorda che tutti i contenuti di questa pagina sono protetti da copyright. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza l'autorizzazione scritta di Ricerca Finanza e dell'Autore.

Corso di trading, corso di forex, corso per investire in azioni, Massimo Intropido, ricerca finanza, report finanziari, corsi di trading, consulenza finanziaria, trading online, class cnbc, Report finanziario, Massimo Intropido, ricercafinanza, ricerca e finanza, corsi di trading, tradingonline, consulenza finanziaria, investimento obbligazionario, investimento azionario, etf, materie prime, valute, forex, ricercafinanza.it, ricercafinanza.com, ricercaefinanza.it, indici azionari, derivati, itf rimini massimo intropido, ricerca finanza, ricercaefinanza.it, corso di trading, corsi di trading online, i migliori corsi di trading online, fiat, ftse mib, generali, mf finanza, dow jones, unicredit, intesa sanpaolo, quotazioni azioni, mercati finanziari, ricerca finanza, massimo intropido, massimo intropido,massimo intropido, massimo intropido, massimo intropido, corso di trading, trading online, forex, forex, usd eur, trading online, trading online, trading online, trading online, trading online, trading online, corso di trading, ricerca finanza, corso di trading, corso di trading, corso di trading, corso di trading, corso di trading, corso di trading, corso di trading, corso di trading, corso di trading, ricerca e finanza, ricerca e finanza, ricerca e finanza, ricerca e finanza, ricerca e finanza, ricerca e finanza, ricerca e finanza, ricerca e finanza, ricerca e finanza, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, class cnbc, mf finanza, trading room, analisi tecnica, analisi fondamentale, grafici di borsa, trendline, indici finanziari, etf, angela antetomaso, marina valerio, mariangela pira, marco gaiazzi, class cnbc, mf finanza, trading room, analisi tecnica, analisi fondamentale, grafici di borsa, trendline, indici finanziari, etf,class cnbc, mf finanza, trading room, analisi tecnica, analisi fondamentale, grafici di borsa, trendline, indici finanziari, etf,class cnbc, mf finanza, trading room, analisi tecnica, analisi fondamentale, grafici di borsa, trendline, indici finanziari, etf,class cnbc, mf finanza, trading room, analisi tecnica, analisi fondamentale, grafici di borsa, trendline, indici finanziari, etf,class cnbc, mf finanza, trading room, analisi tecnica, analisi fondamentale, grafici di borsa, trendline, indici finanziari, etf,class cnbc, mf finanza, trading room, analisi tecnica, analisi fondamentale, grafici di borsa, trendline, indici finanziari, etf, massimo intropido, tv finanziaria, analisi tecnica, bande di bollinger, stocastico, macd, indicatori, rsi, medie mobili, resistenze, supporti, analisi tecnica, bande di bollinger, analisi tecnica, bande di bollinger, analisi tecnica, bande di bollinger, analisi tecnica, bande di bollinger, analisi tecnica, bande di bollinger, macd,

Home page | Chi siamo | Corsi | Report | Consulenza | Video | Analisi Tecnica | Borsa Italiana | I Libri di Massimo Intropido | Contatti | Privacy Policy Cookie Policy Terms of use | Mappa del sito

RICERCA FINANZA by ARCHEKONOMIA sas - P.IVA 09374040963 - Copyright 2008/2017 by Archekonomia sas - All rights reserved - Aggiornamento al 27 ott 2017

Torna ai contenuti | Torna al menu